a clocktower and a gothic girl

Cronache di Gaia – Episodio 8

“Mio padre era un alchimista e ha scritto degli appunti sul sapere che i veneziani ritengono proibito e di cui si è persa la conoscenza nel Mondo Inferiore.”

Annunci
nessun commento

Aki tornò a prenderli per portarli dall’Amministratore. Presero una vettura della monorotaia per la torre che svettava al centro della città, più alta e massiccia delle altre.
Durante il tragitto, Bek volle approfondire alcune questioni con Isabella.
“Hai detto che tuo padre ha scritto della città e del modo di risolvere il problema dei… Ghoul, li chiamate voi? nei suoi appunti. Puoi parlarmi di questi appunti?”
“Mio padre era un alchimista e ha scritto degli appunti sul sapere che i veneziani ritengono proibito e di cui si è persa la conoscenza nel Mondo Inferiore.”
“Il Mondo Inferiore?”
“La superficie di Terra. La distinzione l’hanno coniata i veneziani quando hanno sollevato la città di Venezia e buona parte del terreno intorno e hanno creato Ciel Citadel, la Città del Cielo.”
“Fammi capire, nel vostro mondo c’è una città che fluttua nel cielo?”
Isabella annuì.
“Okay, torniamo agli appunti di tuo padre.”
“Studiando i libri proibiti della Scuola degli Alchimisti papà ha scoperto che esiste un modo per restituire i Ghoul al piano esistenziale a cui appartengono, ma questo modo lo conosce solo l’Amministratore della Città Eterna.”
“C’era anche scritto il motivo per cui i veneziani hanno chiuso l’accesso alla Torre combinando questo pasticcio degli Spettri, nei tuoi appunti?”
“A quanto pare l’Amministratore aveva messo in guardia i veneziani, ma loro temevano la tecnologia superiore del vostro mondo e volevano impedirvi di passare attraverso la Città Eterna per… invaderci. Prima di chiudere l’accesso però hanno cercato di farsi dire dall’Amministratore come eliminare i Ghoul, ma si sarebbe rifiutato di rivelarglielo. I veneziani hanno comunque fatto di testa loro. All’epoca avevano già sperimentato il modo di usare l’Alchimia per far fluttuare gli oggetti e pensavano di poter applicare il principio alla città stessa, se il problema dei Ghoul si fosse fatto troppo serio per restare sulla superficie. Sollevare la città nel cielo ha scatenato una ribellione da parte delle città limitrofe e una minaccia di guerra da alcuni Stati confinanti, ma i veneziani alla fine lo hanno fatto lo stesso. Per un periodo però, hanno mantenuto attivo un portale per gli scambi con la superficie, Porta della Terra. È il modo in cui papà è riuscito a raggiungere Ciel Citadel.”
“Okay… Parlami di questo “amministratore„ e del modo di far fuori i Ghoul.”
“Papà scrive solo che l’Amministratore avrebbe detto ai veneziani che sarebbe giunto il giorno in cui un alchimista degno di questo titolo avrebbe trovato il modo di raggiungere la Città Eterna per chiedere del modo di risolvere il problema dei Ghoul. A quanto pare i veneziani conservano quest’aneddoto in un libro chiamato delle Profezie.”
Erano arrivati a destinazione e Aki li condusse all’ingresso della torre.
“Troverete un ascensore che vi condurrà dall’Amministratore.”
Bek sollevò lo sguardo sulla torre, che si stagliava imponente e leggiadra contro il cielo artificiale della città. Entrarono e si ritrovarono in un atrio a pianta circolare, con una piattaforma circolare al centro. Salirono sulla piattaforma, che fu avvolta da un cilindro di luce e si staccò da terra. Si ritrovarono in una stanza sferica con vetrate su ogni lato e il soffitto a lucernario. Al centro c’era un letto circondato da giocattoli e animali di pezza, sul quale dormiva una bambina dai lunghi capelli lilla, vestita di bianco. Avvertendo la loro presenza, si alzò a sedere sul letto e si sfregò gli occhi.
“Benvenuti. Vi stavo aspettando. Siete qui perché state cercando di porre rimedio al guaio che hanno combinato i vostri avi, vero? Ah, ma prima le ragazze devono fare una scelta. Unione o separazione?”
“Cosa significa?” chiese Bek.
“Dovete scegliere se separare o unire i due Mondi. Sappiate che, in ogni caso, le conseguenze potrebbero essere catastrofiche.”
“Abbiamo una terza opzione?” chiese Isabella.
“Riportare lo stato dei due Mondi al punto in cui era prima dell’intervento dei veneziani. Ma non sarebbe divertente, no?”

Per quale motivo separare oppure unire i due Mondi potrebbe avere conseguenze catastrofiche?

  • Perché l’unione o la separazione dei due Mondi porterebbe a un’implosione dei due Universi. (20%)
  • Perché l’unione o la separazione dei due Mondi creerebbe una frattura nel continuum spazio-tempo. (60%)
  • Perché l’unione o la separazione dei due mondi genererebbe un effetto domino sui due universi, portando alla morte prematura di alcune stelle. (20%)

Nota dell’Autrice
Lo so, questo capitolo ci ho messo una vita a pubblicarlo sul blog, ma volevo aspettare di avere i risultati definitivi del sondaggio su THe iNCIPIT, in modo da incorporarli nel post. Questo è l’ottavo episodio; significa che alla conclusione del ciclo su Gaia ne mancano solo due. Oggi pubblicherò il nono episodio su THe iNCIPIT, perciò restate sintonizzati e tenete d’occhio G+, Twitter e Fb!

 

Lascia un commento se l'articolo ti è piaciuto!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...