[Cartoline dal quotidiano] Il superfluo

Reblog dal blog lepaginestrappate.

lepaginestrappate

484024188868656543_315618486

19 giugno 2013

dire “liscio” dopo “caffè”

uscire in macchina per andare a fare una passeggiata

andare al mare per esibire l’abbronzatura dalle lampade d’inverno

i pantaloncini corti corti con gli stivali grossi grossi

fotografare come pregare prima di mangiare il cibo

leggere venti recensioni e un solo libro

contare i minuti in un’attesa, attendendo la fine dell’attesa

elencare e pensare cose superflue

View original post

La cerimonia del tè

Non posso non dedicare un reblog a questa bella citazione da Okakura Kakuzo. Il tè è il mio rito pomeridiano post-studio per rilassarmi dopo tanto lavoro intellettuale.

L'angolino di Ale

20130217-130405.jpg

La filosofia del tè è igiene perché richiede la più rigorosa pulizia; è economia perché dimostra che il benessere risiede nella semplicità piuttosto che nel complicato e pretenzioso; è geometria morale, in quanto definisce il rapporto tra i nostri sentimenti e l’universo.

Il tè è un’opera d’arte, e solo la mano di un maestro può renderne manifeste le qualità più nobili.

Esiste un tè buono e uno cattivo, così come esistono dipinti belli a altri brutti – questi ultimi più frequenti. Non esiste ricetta per preparare il tè ideale, così come non ci sono regole che consentano di creare un Tiziano o un Sesson.

Il tè non ha l’arroganza del vino, né la supponenza del caffè e neppure la leziosa innocenza del cacao.

da “Il libro del tè ” di Okakura Kakuzō 

View original post